Olio e ... Cultura

L'olio extravergine è un prodotto che riesce a coniugare la soddisfazione del palato con un corretto modo di nutrirsi, perché gusto e salute, sapore e benessere si sposano con una sana dieta.

Vi presentiamo alcune ricette paesane, nelle quali le Olive o L'Olio extravergine sono tra gli ingredienti principali o essenziali, che esaltano il gusto, la bontà e genuinità del cibo.

Ma ci siamo divertiti a descrivervi per ogni ricetta gli effetti collaterali.

Maccheroncini della Masciara

  • 350 gr. di maccheroncini pugliesi fatti a mano
  • 400 gr.di pelati - 4 cucchiai di Olio Extravergine "Normanno"
  • 5 alice spinate e dissalate -pecorino pugliese
  • 25 gr.di capperi - aglio - sale - prezzemolo - pepe o peperoncino

Ponete in un tegame l'olio facendolo rosolare con l'aglio. Unite le alici tagliate a pezzi e fatele sciogliere. Aggiungete i pelati, i capperi già lavati, le olive nere e il pepe o peperoncino e lasciate cuocere il composto per circa 10 minuti. Cucinate, nel frattempo, i maccheroncini, quando sono al dente, saltatele con il sugo preparato e spolverate con pecorino pugliese.

Effetti collaterali: Questo primo piatto è il risultato di una amalgama, di vari ingredienti, vi farà sentire una maga (in dialetto Masciara)

Carciofi alla Psicologa

  • 10 carciofi brindisini
  • 2 bicchieri di Olio Extravergine "Normanno"
  • 3 spicchi d'aglio - sale - pepe

Mettete i carciofi interi in un recipiente piuttosto fondo, con olio abbondante, acqua e 3 spicchi d'aglio, salate e pepateli. Per le porzioni olio acqua, calcolate circa due terzi d'olio e un terzo d'acqua: il liquido deve arrivare a due terzi dei carciofi. Cucinateli, coperti e a fuoco piuttosto basso, per circa 40 minuti. Quando sono cotti il liquido sarà quasi assorbito.

Effetti collaterali: Questo piatto vi farà un effetto strano, vi sentirete, superiori a tutti, ma attenzione se dopo la digestione, non Vi passa l'effetto, fatevi visitare da un buona psicologa.

Lingua della Nana

  • 1 lingua di vitello o di manzo
  • 25 olive verdi
  • 1 bicchiere di Olio Extravergine "Normanno" - cipolla - carota - sedano - prezzemolo - burro

Scottate la lingua in acqua bollente salata, per 20 minuti, Sgocciolatela e spellatela mentre è ancora calda. Preparate un trito con poca cipolla, una carota, un gambo di sedano, un pò di prezzemolo e fatelo soffriggere in burro ed olio. Fate insaporire e rosolare la lingua nel soffritto, poi bagnatela con un mestolo del brodo di cottura. Snocciolate e tritate una decina di olive, e aggiungete alla lingua con altre olive intere e completate la cottura.

Effetti collaterali: dopo aver gustato questo piatto, incomincerete a sparlare di tutti (in dialetto:malangare), non vi preoccupate è effetto della (mala) lingua della Nana.

Bruschetta del Pensatore

  • 12 fette di pane pugliese
  • 20 pomodorini
  • 30 olive nere mature
  • 10 acciughe salate
  • 5 cucchiai di Olio Extravergine "Normanno
  • "

Snocciolate e tritate finemente le olive, rosolate le fette di pane, spalmatevi sopra la ricotta forte, spremete sopra il pane i pomodorini e mettete sopra i filetti di acciughe e condite tutte le fette di pane con Olio Extravergine "Normanno".

Effetti collaterali: dopo aver gustato questa bruschetta, vi sentirete poeti e scriverete dei pensieri sulle nostre radici.

Un grazie per la gentile collaborazione a: Cosimo, Angela, Anna e Vita.